Contenuto Principale
Una lezione speciale con i carabinieri PDF Stampa E-mail
di Brilian Mustafai – III B   
Venerdì 22 Febbraio 2013 20:35

Mercoledì 13 febbraio è venuto nella scuola media “Savoia” un sottoufficiale dei carabinieri di Jesi. Ha iniziato parlandoci del codice della strada, specialmente per chi ha un motorino. Molto interessante. Ha continuato con la droga: un problema che assilla l’Italia e altri paesi nel mondo ed è particolarmente preoccupante quando ad assumere gli stupefacenti sono giovani e minorenni. Solitamente la droga viene assunta in gruppo, ma poi diventa come l’acqua, nel senso che diventa un bisogno giornaliero. Ma è anche come una catena che ti tiene costantemente bloccato ad essa e difficilmente te ne separi

. Anche questo era un argomento molto interessante. Stessa cosa per il fumo e l’alcol, sempre più diffusi e sempre più dannosi. Note dolenti anche in tema di bullismo, anch’esso crescente: si manifesta non solo attraverso angherie e azioni manesche nei confronti di chi è più debole, ma anche attraverso i social network (come face book o twitter). Argomenti che sono stati un vero pugno allo stomaco e gravi problemi sociali. Poi ci siamo dedicati ad altre cose interessanti: i tipi di armi da fuoco. Usate per la maggior parte delle volte solo al poligono di tiro, le ami da fuoco della polizia sono principalmente pistole a basso calibro, ma per missioni più problematiche hanno in dotazione una mini mitraglietta, capace di sparare a distanze maggiori. La lezione del carabiniere è stata un’esperienza davvero bella, ma soprattutto interessante da tutti i punti di vista. Sono stati affrontati argomenti che colpiscono come un pugno allo stomaco, argomenti molto profondi che ogni giorno spopolano sul telegiornale e sui giornali, e sui quali abbiamo potuto aprire meglio gli occhi.

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti