Contenuto Principale
Sam il lupo mannaro PDF Stampa E-mail
di Babacar Gueye e Lorena Roman – I A   
Martedì 05 Marzo 2013 15:24

Sam è un ragazzo di 15 anni che frequenta l’Istituto tecnico Itis di Jesi.  È un ragazzo alto, robusto, con i capelli castani e gli occhi marroni. Non ha molti amici, è un tipo solitario, ma i suoi coetanei lo rispettano perché la sua presenza fisica incute un certo timore.  Sam non è cattivo, ma i suoi muscoli e la sua altezza lo fanno sembrare un tipo di cui è meglio essere amico che nemico.  Una notte di luna piena Sam, che abita con la madre in via Trieste, decide di uscire per fare una passeggiata verso il fiume.

È luglio, l’aria e calda e il cielo pieno di stelle. Mentre passeggia lungo la sponda dell’Esino vede un cagnolino abbandonato, che piange sotto un albero. Sam gli va vicino: ama molto gli animali, e i cani in particolare. Il cucciolo sembra bisognoso di affetto. È di piccola taglia, con il pelo bianco e nero. Ma ad un certo punto l’animale emette un ringhio spaventoso, tira fuori i denti aguzzi e dà un morso al polpaccio di Sam. Una reazione così improvvisa e violenta che il ragazzo non riesce a reagire. Sente subito un dolore atroce, al punto che perde coscienza e sviene.

Si risveglia dopo due ore, verso le due di notte. Torna di corsa a casa perché ha paura della reazione della madre. Per fortuna dorme quando rientra, così si infila subito sotto le coperte. Ma succede qualcosa di strano. …

 

 

Si trasforma in un lupo mannaro. Si alza dal letto, guarda fuori dalla finestra ed emette un ululato. Salta fuori dal secondo piano e corre verso via Trieste, non sa come trattenere la fame. Mentre Sam sta per aggredire un barbone che stava dormendo alla stazione ferroviaria, la luna viene ricoperta dalle nuvole.  Sam  ritorna un ragazzo normale e non ricorda più quello che è successo. Non capisce perché si trova nella stazione, è spaventato e corre verso casa perché la madre non sa dove si trova. Appena arriva a casa trova la madre sveglia e subito lo rimprovera:

“Dove sei stato? Ti avevo detto di tornare presto a casa!!”

“Scusa non lo farò più … adesso posso andare a letto? Ne parleremo domani”.

Sam invece di dormire riflette su quello che gli è successo: la passeggiata, il cane che lo morde …

Il giorno dopo va a scuola come sempre, e per le tre settimane successive non succede niente di strano. Ma ecco che c’è una nuova notte di luna piena, e nella giornata del ballo della scuola. Tutti i ragazzi si ritrovano al Noir, ballano,  si divertono e poi arriva la mezzanotte. Sam si trasforma di nuovo in  lupo mannaro proprio quando si trova in mezzo ai compagni, quindi tutti si mettono a urlare e scappano terrorizzati. Prende uno dei suoi compagni e corre verso il fiume dove si era trasformato per la prima volta. Vede di nuovo il cagnolino che diventa un lupo feroce e prova a mordere anche il suo compagno, e ci riesce. Adesso Sam e il suo amico di scuola Giovanni, anche lui diventato un lupo mannaro, non possono tornare a casa ma decidono di costruirsi una tana dove poter vivere.  La polizia cerca di catturarli in ogni via della città, ma di Sam e Giovanni non c’è traccia. Il giorno seguente Sam e Giovanni si svegliano nella tana e Giovanni se la prende con Sam per la situazione in cui si trovano.

“Che ci facciamo in questo posto?” dice Sam

“Come, non ti ricordi niente?” risponde Giovanni

“No, dimmelo tu!”.

Giovanni comincia a raccontare a Sam quello che è successo la notte precedente …

Parlando, ponendosi delle domande, si accorgono che la colpa di tutto è del morso del cane. E così decidono di andare a caccia del cucciolo lungo la riva del fiume. Vogliono però essere pronti ad affrontare il lupo e prendono dei tronchi che affilano in modo da farli diventare armi appuntite. Qualche giorno dopo incontrano il cagnolino che però, appena li vede, si trasforma in un lupo e li insegue. Prima si nascondo dietro dei cespugli e quando vedono il cane-lupo gli scagliano addosso le lance costruite da loro. Una lo colpisce al cuore, cade a terra e proprio in quel momento spunta dalle nuvole la luna piena. Ma succede qualcosa di strano: Sam e Giovanni non si sono trasformati e il cane-lupo è tornato un cucciolo, incapace di fare del male.

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti