Contenuto Principale
Carnevale con meno maschere e pochi scherzi PDF Stampa E-mail
di Chiara Catani - III D   
Giovedì 14 Febbraio 2013 21:01

“A Carnevale ogni scherzo vale”: è questo il “motto”, ma quest’anno non si userà molto. Questa festa, ogni anno che passa diventa sempre meno attuale. I bambini non si mascherano più e per le vie delle città non ci sono stelle filanti, coriandoli o schiuma. Negli ultimi anni quelli che si mascherano sono i bambini dai 2 agli 11 anni, mentre dai 12 ai 16 anni non lo si fa più, forse a causa della crisi o forse perché si è troppo grandi.

In questi giorni di festa, i ragazzi che non si mascherano preferiscono spruzzarsi schiuma a vicenda o fare scherzi tra di loro, mentre i bambini si vestono da principesse, principi, cavalieri… e vanno per le vie delle città o alle feste organizzate dalle scuole o dalle parrocchie. L’obiettivo è divertirsi, giocare, ballare, mangiare castagnole e stare in compagnia con gli amici. In questi tempi, non si sente poi molto parlare del Carnevale, forse perché con la crisi i genitori non hanno voglia di spendere soldi per i costumi, oppure i ragazzi dai 12 ai 16 anni sono troppo grandi e non trovano così divertente mettersi dei costumi che dopo dieci minuti si tolgono. Il risultato è che il carnevale 2013 sembra un po’ sottotono e il modo di festeggiare non è più quello di una volta.

 

Largo alla fantasia

Largo alla fantasia

Orientamento

Orientamento dopo le medie

La bacheca della scuola

Bacheca scuola

Contatti